/

 Notizie e commenti

Mercoledì 22 Gennaio 2020

Per l'archivio degli anni precedenti clicca sul globo 
 
Scrivi al sito          

                                                                
                           
     

  ULTIME NOTIZIE 

COMPAGNI, VOTIAMO CALLIPO E I CANDIDATI DEL PD

E' MORTO PEPPINO SALERNO

IL MINISTRO PROVENZANO VISITA CACCURI

ADDIO A LUIGI SACCOMANNO, UN AMICO CARISSIMO

 ADDIO A FRANCESCO PARROTTA

SABATO PROVENZANO A CROTON
E

IL FATTO


IL DOLCE PAESE

'A SAZIZZA CU' LA FRESA

PARROTTA E LA SUA ARTE

        

                                                  IL FATTO                                           

                              NON REGALIAMO LA CALABRIA ALLA LEGA

     Cari amici, cari compagni,
domenica mattina, subito dopo aver compiuto il mio dovere di cittadino come ho sempre fatto sin dall'età di 21 anni, quando la legge allora in vigore me lo consentì, il mio dovere di cittadino e aver votato per il nuovo presidente della Giunta regionale e per
l'elezione dei consiglieri, partirò per Roma dove mi tratterrò per 4 giorni. Vi raccomando,  al mio ritorno fatemi trovare Pippo Callipo "governatore" della nostra amata regione  e i candidati Sergio Arena e Carolina Girasole eletti nel Consiglio regionale. Non fate la sciocchezza di disperdere i vostri voti e di consentire alla peggiore destra dal 1945. di  insediarsi alla guida della Regione. Non dimenticate com'era la nostra terra fino a cinque anni fa e come sono ridotti i comuni capoluogo di provincia della Calabria amministrati dalla destra. Ai miei ex compagni del PD chiedo di contribuire, col loro voto, a favorire il processo di rinnovamento della classe politica regionale. Forza, compagni, mettiamocela tutta. 

                                          IL DOLCE PAESE



    Quelli che vedete in queste due to sono alcuni degli scheletri dei miei ulivi dopo la potatura straordinaria imposta dell'incendio appiccato da ignoti nel fondo San Biagio che ha danneggiato gravemente la mia e altre proprietà vicine. Stando alle regole avrei dovuto capitozzarli, ma questo avrebbe significato la rinuncia al prodotto, per parecchi anni. Così, invece, spero di raccogliere almeno qualche chilo di olive ai rami più alti. Anche così, comunque, co vorranno almeno 3 - 4 anni per riportarli nelle stesse condizioni nelle quali si trovavano fino alla metà dello scorso ottobre. Inutile sperare di ottenere giustizia in questo Paese "dove chi sbaglia non paga le spese", come cantava Sergio Endrigo, per cui al danno si aggiungono le beffe. Pazienza, consoliamoci con le parole di Alcide Cervi: "Dopo un raccolto ne viene un altro." Magari fra cinque o 6 anni. 

                                                   'A SAZIZZA CU' LA FRESA

   Voi ditemi quello che volete, ma credo che in questo periodo dell'anno non ci sia di meglio sulla nostra tavola di una bella "sazizzella arrustuta", ovviamente cu' la fresa, soprattutto se preparata da gente "chi se mancianu 'a fresa" come gli amici dell'agriturismo Cangiumati. Se poi la si accompagna con un bel contorno di patate fritte, fagioli e un eccellente bicchiere di vino della nostra terra allora uno capisce quali sono le cose che contano davvero nella vita.  

 

                     PARROTTA E LA SUA ARTE      



     In occasione dello scambio di auguri per il nuovo anno ho fatto un salto nella bottega d'arte di mio cugino Vincenzo Parrotta che continua a sfornare quadri sempre più belli e sempre più rilassanti come quelli che si vedono in questo collage, ma che vale davevro la pena di ammirare dal vivo, ancora sui cavalletti, freschi di olio. Ma Vincenzo, non è solo un bravo pittore, è anche se soprattutto  un bravo cantante come potete constatare guardano il video in questa pagina che mi piace riproporre anche per rinnovare gli auguri di buon anno a vincenzo e al cariossimo maestro, avvocato Luigi Quintieri autore e arrangiatore di diverse canzoni che imopreziosirono alcune mie opere teatrali. Un abbraccio affettuoso ai due artisti. 

                      
             

                                       ULTIME NOTIZIE  


                   COMPAGNI, VOTIAMO CALLIPO E I CANDIDATI DEL PD



    Cari amici,
mi rivolgo soprattutto ai miei vecchi compagni con i quali ho condiviso tante battaglie politiche e tante campagne elettorali, sia le due volte nelle quali ero candidato al consiglio comunale di Caccuri, sia le tante altre nelle quali non ero candidato a nulla, ma mi battevo per il mio partito. 
   Domenica prossima si voterà per eleggere il nuovo presidente della Regione Calabria e per il rinnovo del consiglio regionale. Come sapete, da anni non sono iscritto ad alcun partito e sono stato, e per molti aspetti lo sono ancora, affatto tenero col PD, partito alla cui nascita cercai di oppormi come potevo, ma questa volta voterò la lista del PD e per il candidato a presidnete Pippo Callipo, che non è certo un comunista come me, ma è persona onesta, un imprenditore che onora la Calabria e dà lavoro a centinaia di persone in un'azienda che è uno dei tanti fiori all'occhiello di questa martoriata terra non colluso con le mafie, né con certe consorterie politiche dando la preferenza a uno dei due prestigiosi candidati della nostra zona, il carissimo amico e compagno Sergio Arena al quale sono legato da comune militanza e fraterna amicizia da oltre 40 anni e Caterina Girasole, ex sindaco di Isola Capo Rizzuto, fiore all'occhiello dello schieramento che sostiene Callipo e donna coraggiosa e cristallina. Mi auguro che tantissimi miei vecchi e giovani compagni caccuresi e dei paesi vicini facciano la stessa scelta per evitare il rischio di consegnare la regione a quelle forze che da decenni, oltre a oltraggiarci, derubano  la Calabria e il Mezzogiorno  perfino dei fondi europei finalizzati allo sviluppo della nostra terra. La beffa in aggiunta al danno sarebbe davvero imperdonabile.  

 

11/01/2020

   E' MORTO PEPPINO SALERNO



   Ho appreso con tristezza la notizia della morte di Peppino Salerno, deceduto nella prima mattinata di oggi. Lavoratore onesto e con uno spiccato senso del dovere e dalla giustizia, era profondamente attaccato alla sua bella e numerosa famiglia. In questi momenti di dolore mi sento vicino ai figli Vito, Maria, Nunzia, Roberto, Luigi, Michele, Vincenzo, alla cara Rosetta e ai parenti tutti ai quali voglio far giungere le mie più sentite condoglianze. 

 

11/01/2020

                 IL MINISTRO PROVENZANO VISITA CACCURI

    Il ministro per il Sud e la coesione territoriala Giuseppe Provenzano, accompagnato dal suo consigliere per le politiche sull'emigrazione e rapporti con gli italiani nel mondo, Eugenio Marino,  ha visitato, nella mattinata di oggi, il nostro paese. Ad accoglierlo in piazza, assieme a un gruppo di cittadini, c'erano il sindaco di Caccuri, Marianna Caligiuri e il segretario locale del PD Emilio Drago. 
   Dopo un breve saluto, l'esponente del governo ha fatto una passeggiata lungo via Misericordia, soffermandosi brevemente nella bottega d'arte di Vincenzo Parrotta, sull'uscio della trattoria La Ruga e sotto il "Sumporto" per ammirare  i "Mattoncini deil Vip" che ogni anno partecipanpo al Premio Caccuri. Ha poi raggiunto, assieme ad Antonello Caporale, già giornalista di La Repubblica e attualmente capo redattore del Fatto Quotidiano, che lo ha intervistato, il sagrato della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Il gruppo ha poi raggiunto il castello, dove si h sostato per una ventina di minuti.  Infine, dopo una breve sosta nel bar Mercuri per sorbire un caffè, è ripartito per Crotone dove lo attendevano altre iniziative.
   Era dai tempi di Giacomo Mancini e Riccardo  Misasi che un ministro della Repubblica non metteva piede nel nostro paese e, probabilmente in un paese interno della Presila, a testimonianza del disinteresse degli uomini di governo per dei borghi che si vanno sempre più spopolando trasformandosi in bacini di voti sempre meno appetitosi. Peppe Provenzano, uno che di Mezzogiorno e di problemi delle aree interne se ne intende per davvero, ha invertito la tendenza proprio perché crede nella rinascita dei nostri paesi nei quali dobbiamo creare le condizioni di sviluppo economico per dare la possibilità ai giovani che lo vogliono, di poter tornare a vivere e lavorare nella terra dei loro padri. La visita a Caccuri aveva, infatti, lo scopo di verificare le potenzialità dei nostri paesi interni, fare il punto sulle cose da fare e dare il suo contributo alla loro rinascita. 


08/01/2020

ADDIO A LUIGI SACCOMANNO, UN AMICO CARISSIMO

    Ho appreso con grande tristezza la dolorosa notizia della morte del mio carissimo amico e compagno d'infanzia Luigi Saccomano, deceduto ieri a Roma all'età di 71 anni. 
   Nato e vissuto a 30 metri da casa mia, abbiamo trascorso insieme l'infanzia, la fanciullezza e l'adolescenza e frequentato insieme le scuole superiori a San Giovanni  in Fiore; lui l'istituto tecnico commerciale, io il magistrale. Agli inizi degli anni '70 si trasferì a Verzino avendo sposato una ragazza del posto. 
   Luigi era una persona amabilissima, solare, sincera, buona, con un eterno, affabile sorriso stampato sul volto. Avevamo idee politiche contrapposte, ma questo non scalfì minimamente la nostra fraterna amicizia, la stima e il rispetto reciproco perché Luigi era davvero un signore, tollerante, garbato, civile che si faceva amare da tutti. 
   Come sempre accade quando a lasciarci è una persona con la quale abbiamo trascorso insieme gli anni più felici e spensierati della nostra esistenza, giocato, sofferto, ma anche gioito, condiviso esperienze, una folla di ricordi affiora alla mente, i giochi, i viaggi a San Giovanni sullo sgangherato pullman che ci portava a scuola tutte le mattine, i primi film visti insieme al cinema Italia, le interminabili, appassionate discussioni politiche da posizioni contrapposte, ma nel rispetto e affetto reciproco, ricordi che custodirò tra quelli più belli e più importanti della mia vita. 
   Voglio, assieme a mia moglie, in questi momenti di grandissimo dolore far pervenire le più sentite condoglianze a Giovanna, ai figli, al fratello Enzo e ai parenti tutti. 
   Addio, Luigi, questo scherzo non ce lo dovevi fare. Riposa in pace, ma sappi che sarai sempre nel mio cuore e nella mia mente. 

 

08/01/2020

          ADDIO A FRANCESCO PARROTTA



   Si è spento questa mattina a Cinisello Balsamo, all'età di 91 anni, il nostro compaesano Francesco Parrotta. Prima di emigrare in Lombardia, Francesco, che era figlio di mastro Rocco, abitava in via Mergoli. Conoscevo da fanciullo questo bravo caccurese che poi ho avuto modo di conoscere e frequentare negli anni '80 quando trascorreva le ferie estive nel suo paese natale e di apprezzarne la serietà, l'equilibrio, la squisita educazione al quale mi legavano anche idee convinzioni. Davvero una persona ammodo che lascia un buon ricordò di sé in tutti coloro i quali lo hanno conosciuto. Voglio far giungere alla moglie, ai figli e ai parenti tutti le mie più sentite condoglianze.  

 

08/01/2020

        IL MINISTRO PROVENZANO A CROTONE

 

   Sabato 11 gennaio, alle ore 11,30, a Crotone, nei locali del circolo Arci di via M. Alicata, il ministro Giuseppe Provenzano incontrerà i giovani del Crotonese. All'iniziativa saranno presenti Sergio Arena e Caterina Girasole candidati per il PD nella lista che candida Pippo Callipo a presidente della Giunta regionale della Calabria. 
   Provenzano, assieme a Roberto Speranza è uno dei due giovani ministri meridionali di questo governo stimati e apprezzati anche fuori dal PD, due politici seri, onesti e competenti che conoscono molto bene le problematiche del Mezzogiorno e che, per quanto è nelle loro possibilità, si stanno impegnando per il riscatto di questa terra. 

                                                         La pagina è aperta ai contributi dei visitatori -  Contribuite a crearla giorno per giorno. 
                                                           Per inviare il vostro contributo cliccate sulla busta